Tempo per la lettura: 2 minuti
Museo Etnografico Francesco Bande (Sassari)

Il Museo Etnografico Francesco Bande è stato allestito in un bel palazzetto di inizio Novecento ed è interamente dedicato alla figura di Francesco Bande, fisarmonicista sardo originario di Bultei, al quale si deve la diffusione della musica tradizionale sarda in tutto il mondo.

Amante della sua terra e delle tradizioni che la animano, nel corso della sua vita Francesco Bande si premurò di ricercare e acquistare costumi, strumenti musicali tradizionali e organetti provenienti da tutte le regioni storiche della Sardegna, con un occhio di riguardo per il Goceano, il Logudoru, il Meilogu, l’Anglona, la Romangia e il Nuorese.

La visita al museo è dunque un viaggio di scoperta nei colori e nei suoni della Sardegna, che parla attraverso i costumi tradizionali maschili e femminili, ognuno con una particolarità ma tutti caratterizzati da una lavorazione finissima e attenta. Tra gli abiti più belli in mostra senza dubbio l’abito da sposa di Bultei, sui toni del blu e dell’azzurro, l’abito festivo di Ossi, decorato con motivi floreali, e un abito da bambina di Nulvi.

Una sezione è dedicata agli strumenti musicali, dove spiccano le launeddas e gli organetti diatonici alcuni di proprietà dello stesso Francesco Banda (che amava collezionarli), altri di fattura ancora più antica. Oltre al Museo Etnografico Francesco Bande consigliamo di visitare il Museo Diocesano, il Museo Nazionale G.A. Sanna, il Museo Palazzo di Città e il Museo Storico della Brigata Sassari.

Dove si trova

Il Museo Etnografico Francesco Bande è situato in via Francesco Muroni n° 44 nel comune di Sassari, capoluogo dell’omonima provincia.

Come arrivare al Museo Etnografico Francesco Bande

Per raggiungere il museo, partendo dalla Stazione FS di Sassari, si deve attraversare il piazzale della stazione e imboccare corso Francesco Vico. Dopo 290 metri si attraversa piazza Santa Maria e si svolta a destra, in via delle Conce. Dopo 150 metri si svolta a sinistra, in vicolo Lombardi, e si prosegue per 150 metri circa, arrivando così a destinazione.

Potrebbe interessarti

Carcere dell’Asinara

La colonia penale agricola dell’Asinara nacque quasi per caso alla fine del Diciannovesimo secolo, con la revisione delle colonie penali avvenuta dopo l’unità d’Italia....

Museo Diocesano di Sassari

Il Museo Diocesano di Sassari è diviso in due sezioni. Una è allestita nella Cattedrale di San Nicola, nella Sagrestia dei Beneficiati. L’altra si trova...

La tua casa vacanze in Sardena


Villa dei Fiori, Villa Grande e Villa Gioia sono le case perfette per le vostre vacanze nel segno della privacy

La parola d’ordine è qualità, garantita dalla gestione pluriennale dei proprietari. Ingresso indipendentegiardino, vista mare e la spiaggia a soli 300 metri sono le caratteristiche che le rendono uniche, come l’attenzione ai dettagli

SCOPRI LE NOSTRE CASE VACANZE IN SARDEGNA

Questo si chiuderà in 0 secondi