Tempo per la lettura: 2 minuti
Museo di Storia Naturale Aquilegia (Cagliari)

Il Museo di Storia Naturale Aquilegia è stato aperto nel 2000 nel comune di Assemini, e venne poi trasferito a Cagliari nel 2005 per volere della allora consiglio comunale, in quanto si desiderava sopperire alla mancanza di un Museo Naturalistico. Gli spazi del Museo, che si snoda per circa 600 metri quadri, si trovano all’interno di un ex Vetreria, oggi polo culturale e artistico.

L’esposizione segue un criterio cronologico e i reperti naturali ivi esposti permettono di conoscere i cambiamenti e le evoluzioni della flora, della fauna e del mondo minerale. Ampio spazio è dato al territorio sardo e alle sue particolarità: si può osservare una raccolta di piante rare, una ricostruzione dell’ambiente lagunare della Sardegna e una collezione minerale che conta oltre 600 specie. Molti di questi minerali sono stati raccolti negli anni Sessanta e Settanta, in concomitanza con l’apertura e lo sviluppo del settore minerario, che andò incontro al declino negli anni Ottanta.

Nella sezione dedicata alla fauna si contano oltre 500 esemplari di animali, sia uccelli che mammiferi, imbalsamati rappresentati la ricchezza faunistica sarda. Nella sezione della botanica sono esposte erbe e arbusti tipici della Sardegna, e il percorso è completato da una ricca collezione di insetti, farfalle e Curculionidi della Sardegna.

Dove si trova

Il Museo di Storia Naturale Aquilegia si trova nel Centro Culturale la Vetreria in via Italia n° 63 nella municipalità di Pirri appartenente al comune di Cagliari, centro dell’omonima Città Metropolitana.

Come arrivare al Museo di Storia Naturale Aquilegia

Per raggiungere il museo, partendo dall’aeroporto di Cagliari, si deve percorrere via dei Trasvolatori in direzione SS131 dir per 2,6 chilometri. Si prosegue lungo la SS131 dir per 3,7 chilometri. La SS131 dir diventa quindi Asse Mediano di Scorrimento, e lo si percorre per un chilometro. Si svolta quindi a destra, in via Giovanni Cinquini, e alla rotonda si prende la seconda uscita e si entra in via Edward Jenner. Si incontra un’altra rotonda: si prende la terza uscita e si entra in via Santa Maria Chiara. Dopo 550 metri si svolta a destra, in via Pontida, e dopo 350 metri a sinistra entrando in via Riva Villasanta. Si prosegue per 550 metri, si svolta leggermente a destra e si entra in piazza Italia. Si prosegue per 350 metri e si è arrivati a destinazione.

Potrebbe interessarti

25/01/2015

Carcere dell’Asinara

La colonia penale agricola dell’Asinara nacque quasi per caso alla fine del Diciannovesimo secolo, con la revisione delle colonie penali avvenuta dopo l’unità d’Italia....