Tempo per la lettura: 2 minuti
Costume sardo di Fonni

Variopinto e ricco di decorazioni e ornamenti, il costume sardo di Fonni, paese compreso nella regione storica della Barbagia di Ollolai, in provincia di Nuoro, è sicuramente uno degli abiti tradizionali più riconoscibili dell’isola. Con i suoi colori accesi e i motivi floreali ricamati nelle stoffe accuratamente lavorate, è possibile ammirarne la bellezza in occasione delle manifestazioni folkloristiche del paese oltre che durante le molteplici feste e sagre della Sardegna.

Abito tradizionale femminile

L’abito tradizionale femminile del costume sardo di Fonni è costituito nella variante delle donne meno abbienti da un copricapo di seta o tibet (su mucadore); una camicia bianca chiusa da bottoni in filigrana d’oro (sa amissa); un giacchino in panno o broccato rosso (su cippone); una gonna in panno e orbace rosso (sa amissèdda) indossata sotto un’altra gonna rossa in panno, orbace e seta, decorata e plissettata (sa veste); un coprispalle (sas palas) che diventa una pettorina nella parte anteriore (sas pettòras) e un grembiule a forma triangolare in orbace o panno ornato con ricami di seta (su saùcciu). La donna nobile di Fonni veste invece con un costume tradizionale composto da un copricapo e una camicia uguali a quelli del vestiario da popolana; una gonna scura a pieghe in seta o velluto con bordatura inferiore ricamata; un grembiule in tibet o pizzo e un giacchino in panno che richiama gli stessi motivi della gonna (su cippone).

Abito tradizionale maschile

L’abito tradizionale maschile del costume sardo di Fonni è composto dal caratteristico copricapo nero a forma di sacco (sa berritta) comune a quasi tutti i costumi tradizionali della Sardegna; la camicia bianca chiusa dai bottoni in filigrana d’oro (sa amìscia); i pantaloni bianchi in cotone (sos crathònes) indossati sotto il gonnellino a pieghe in orbace nero (sos crathòne de orvessi); i calzari anch’essi in orbace nero (sas àrthas) che ricoprono gli scarponi neri (su ussìngiu de cromo); il gilet in panno rosso (su cropète); il giaccone nero in pelle senza maniche (sas peddes) e il cinturone in pelle ricamato (sas vrentèras).

Potrebbe interessarti

Costume sardo di Muros

Molto simile, per aspetto e colori, agli altri abiti tradizionali indossati nella regione storico-geografica del Logudoro, il costume sardo di Muros, piccolo comune in...

Costume sardo di Santadi

Il costume sardo di Santadi, piccolo paese situato nella regione storica del Sulcis, in provincia del Sud Sardegna, è costituito da una variante giornaliera...

Costume sardo di Ilbono

Il costume sardo di Ilbono, comune situato nella provincia di Nuoro e facente parte della sub regione storico-geografica del’Ogliastra, ha subito nel corso degli...

Costume sardo di Sindia

Dal taglio semplice ed elegante allo stesso tempo, il costume sardo di Sindia, comune compreso nella regione storica della Planargia, in provincia di Nuoro,...

La tua casa vacanze in Sardena


Villa dei Fiori, Villa Grande e Villa Gioia sono le case perfette per le vostre vacanze nel segno della privacy

La parola d’ordine è qualità, garantita dalla gestione pluriennale dei proprietari. Ingresso indipendentegiardino, vista mare e la spiaggia a soli 300 metri sono le caratteristiche che le rendono uniche, come l’attenzione ai dettagli

SCOPRI LE NOSTRE CASE VACANZE IN SARDEGNA

Questo si chiuderà in 0 secondi