Tempo per la lettura: < 1 minuto
Chiesa di San Michele di Salvenero (Ploaghe)

La Chiesa di San Michele di Salvenero venne edificata nel 1138 accanto al monastero già esistente dei monaci di Vallombrosa in stile romanico-pisano con calcare e basalto. La facciata si presenta tripartita da lesene. Gli specchi laterali, delimitati da paraste, presentano delle decorazioni ad arco a tutto sesto poggianti su peducci.

Lo specchio centrale ospita il portale d’ingresso architravato con lunetta e arco a tutto sesto con ghiera. Al di sopra del portale si apre il rosone. La facciata è completata da una teoria di archetti su peducci che si ripetono anche nel timpano, che presenta un punto luce cruciforme.

L’interno della chiesa è a navata unica con copertura lignea e terminante con tre absidi semicircolari in stile toscano. Le absidi presentano delle monofore e all’esterno sono decorate da lesene e da una teoria di archi a tutto sesto che richiamano quelli presenti in facciata. Oggi il monastero dei monaci di Vallombrosa non esiste più, ma si possono vedere i resti dell’edificio attorno alla chiesa.

Dove si trova

La Chiesa di San Michele di Salvenero è situata nel territorio del comune di Ploaghe, in provincia di Sassari.

Come arrivare alla Chiesa di San Michele di Salvenero

Partendo da Ploaghe, per raggiungere la chiesa si deve seguire via Roma in direzione della SP68. Dopo 2,1 chilometri, allo svincolo si entra in SP68, procedendo per 2,9 chilometri. Si svolta quindi a sinistra, verso la SS131, e dopo 300 metri allo svincolo per Sassari si entra nella SS131 procedendo per 3,8 chilometri. Si prende quindi l’uscita Olbia/Porto/Aeroporto/Ozieri e si entra in SS597. Si segue la statale per 4,9 chilometri e si è arrivati a destinazione.

Potrebbe interessarti