Tempo per la lettura: 2 minuti
Palazzina Liberty (Seui)

La Palazzina Liberty, oggi museo, è un bell’edificio realizzato nei primi anni del Novecento su commissione di Raimondo Loi, medico condotto del comune di Seui, e poi sede della Società Mineraria Monteponi. Visitando la palazzina si ha l’occasione di ammirare una dimora signorile dell’epoca, che conserva ancora le stupende volte affrescate con motivi floreali, le pareti ricche di fregi e gli arredi dell’epoca.

Il percorso museale ospitato nella Palazzina Liberty è stato suddiviso in quattro grandi aree tematiche: una sezione archeologica, con reperti dell’epoca nuragica e punica, come una macina a clessidra; una parte storica dedicata al periodo sabaudo che vanta una bella collezione numismatica dell’epoca; una terza sezione dedicata all’attività mineraria, conservante oggetti dei minatori, sia lavorativi che di uso quotidiano, che permettono di ricostruire e studiare le loro condizioni di vita.

Il percorso si conclude con la sezione civica, che ospita la ricostruzione di uno studio notarile dell’Ottocento e numerose fotografie che ritraggono personaggi storici del paese o giunti a Seui in visita. Per chi lo desidera, sono disponibili delle visite guidate. Oltre alla Palazzina Liberty si consiglia di visitare il Carcere Spagnolo, Casa Farci e la Galleria Civica. In aggiunta, sono disponibili su prenotazione delle escursioni guidate nella foresta di Montarbu, un’oasi naturalistica faunistica.

Dove si trova

La Palazzina Liberty è situata in via Roma n° 241 nel comune di Seui, provincia del Sud Sardegna.

Come arrivare alla Palazzina Liberty

Per raggiungere la palazzina, partendo da Tortolì, si deve procedere in direzione ovest lungo la SS125 e continuare sulla SS198 di Seui e Lanusei per 13,6 chilometri. Alla rotonda si prende la prima uscita e si continua per un chilometro. Si svolta quindi a destra, nella SP23, e dopo 400 metri si prende la prima a sinistra. Si continua sulla strada principale per 2,2 chilometri e quindi si svolta leggermente a sinistra. Dopo un chilometro si svolta ancora a sinistra verso la SS198 e dopo 550 metri si svolta ancora a sinistra, sempre verso la SS198. Dopo 230 metri si svolta a destra, in SP198, e dopo 260 metri si svolta a sinistra. Si continua per 13,6 chilometri, si svolta a destra per restare sulla SS198 e si procede per 32,4 chilometri fino ad arrivare a destinazione. In estate il comune di Seui è raggiungibile anche con il Trenino Verde.

Potrebbe interessarti

25/01/2015

Carcere dell’Asinara

La colonia penale agricola dell’Asinara nacque quasi per caso alla fine del Diciannovesimo secolo, con la revisione delle colonie penali avvenuta dopo l’unità d’Italia....