Azzera mappa
Pinacoteca Nazionale (Cagliari)

La Pinacoteca Nazionale di Cagliari fa parte della Cittadella dei Musei, il complesso museale più importante di Cagliari. Venne aperta nel 1979 a seguito della ristrutturazione dell’ex arsenale militare su progetto degli architetti Piero Gazzola e Libero Cecchini. Vi sono esposti principalmente dipinti, con particolare attenzione agli artisti e ai maestri di scuola sarda, che vanno dal XV al XVIII secolo. Il percorso museale segue un ordine cronologico.

Le prime opere, provenienti per la maggior parte dalla chiesa cagliaritana di San Francesco (oggi distrutta) sono state realizzate tra il XV e il XVI secolo. Sono compresi numerosi Retrabli, tra i quali il Retablo dell’Annunciazione di Juan Matés, e opere a carattere religioso di Pietro Cavaro e Michele Cavaro, appartenenti alla scuola Stampacina sarda. Non mancano esempi artistici del Maestro di Olzai, di Antioco Mainas e del Maestro di Castelsardo, uno dei maggiori esponenti della pittura gotico rinascimentale di stampo sardo e iberico.

Si prosegue poi con la raccolta di dipinti del XVII e del XVIII secolo realizzati da pittori extraisolani come Domenico Fiasella. A rotazione viene esposta una collezione etnografica che comprende tessuti, mobili, ceramiche di importazione iberica, armi da fuoco, stemmi nobiliari e gioielli in oro e argento, oltre a un acquamanile (recipiente per lavarsi le mani) di gusto arabo.
Per chi lo desidera si possono prenotare visite guidate anche per piccoli gruppi (su prenotazione).

Dove si trova

La Pinacoteca Nazionale si trova nella Cittadella dei Musei con ingresso in piazza Arsenale n° 1 nel comune di Cagliari, centro principale dell’omonima Città Metropolitana.

Come arrivare alla Pinacoteca Nazionale

Per raggiungere la pinacoteca, partendo dall’aeroporto di Cagliari, si deve partire da via dei Trasvolatori e imboccare la SS130 dell’Iglesiente, in direzione Pula/Cagliari Centro. Si percorre quindi la SS130 per un chilometro e si continua poi dritto su via Elmas per 2,7 chilometri. Si svolta quindi a sinistra, in via San Michele, e si prosegue per 2,2 chilometri. All’altezza dei Giardini Pubblici si svolta a sinistra e si entra in viale San Vincenzo. Dopo 850 metri si alla rotonda si prende la seconda uscita e si entra in via Ubaldo Badas. Si prosegue per 240 metri e si è arrivati a piazza Arsenale, ove si trova l’ingresso per la Cittadella dei Musei. Si entra nella Cittadella a piedi e il museo si trova sulla sinistra, dietro il Museo Archeologico Nazionale.