Azzera mappa
Villaggio Nuragico di Seruci (Gonnesa)

Il Villaggio Nuragico di Monte Seruci sorge sull’omonimo promontorio, un tempo importante crocevia commerciale. Dalla sommità del Monte Seruci si può godere di un bellissimo panorama che abbraccia l’isola di Sant’Antioco e il Golfo del Leone, oltre a tutta la vallata circostante. Il Villaggio si raccoglie attorno al Nuraghe Seruci, un’imponente costruzione realizzata con enormi blocchi di trachite.

Il Nuraghe Seruci si presenta a mono torre, circondato da un bastione di cinta penta lobato (disposto a pentagono con cinque piccole torri su ogni vertice). Attorno al nuraghe sono state rinvenute oltre cento capanne, che ben rendono evidente l’importanza del sito, e le fondamenta di un edificio più grande, molto probabilmente la Sala del Consiglio, vero punto nevralgico dell’insediamento.

Il ritrovamento di suppellettili e bronzetti ci comunica che le attività del Villaggio Nuragico di Seruci erano collegate all’estrazione e alla lavorazione dei metalli, di cui il territorio è molto ricco, e al loro commercio.

Poco distanti dal nuraghe sono state ritrovate tre Tombe di Giganti e un antemurale, ossia le mura più basse che costituivano la prima cinta difensiva della città.

Dove si trova

Il Villaggio Nuragico di Seruci è situato nel comune di Gonnesa, in provincia del Sud Sardegna, regione storica dell’Iglesiente.

Come arrivare al Villaggio Nuragico di Seruci

Il villaggio nuragico è raggiungibile, partendo da Gonnesa, percorrendo via Verdi in direzione sud-ovest per circa 1,5 chilometri. Si svolta quindi a sinistra e si imbocca la SS126. Dopo 400 metri si svolta a destra e dopo tre chilometri ancora a sinistra, prendendo la strada che risale la collina sulla quale sorge l’area archeologica.