Tempo per la lettura: 2 minuti
Peppino Mereu

Peppino Mereu nacque a Tonara, comune in provincia di Nuoro, il 14 gennaio del 1872. Pur essendo il figlio del medico del paese, la sua vita fu tutt’altro che semplice: il padre morì dopo aver bevuto del veleno scambiandolo per liquore e la madre si spense qualche anno prima. Nonostante non si abbia alcuna notizia sulla natura dei suoi studi, regolari o da autodidatta, i riferimenti letterari presenti nei componimenti di Peppino Mereu, passato alla storia come lo scapigliato di Barbagia, fanno pensare che il poeta abbia svolto attività educative e formative.

All’età di diciannove anni si arruolò nell’Arma dei Carabinieri e vi rimase per circa cinque anni; durante questo periodo, Peppino Mereu partecipò ad alcune gare di poesia estemporanea, sfidando poeti più anziani e riuscendo a ottenere spesso risultati eccellenti. Da sempre cagionevole di salute, durante l’ultimo anno da militare si aggravò e, dopo aver trascorso vari periodi nell’infermeria di Sassari e di Cagliari, venne congedato il 6 dicembre del 1895.

Rientrato nel suo paese natale, Peppino Mereu visse per qualche periodo con uno dei suoi nove fratelli, ma dopo una serie di incomprensioni e discussioni si trasferì a Muragheri, una zona di Tonara, dove tirò avanti grazie all’aiuto di molti compaesani. Iniziò a cantare nei matrimoni, partecipò ad alcune gare poetiche e compilò documenti per conto di altre persone, essendo uno dei pochi alfabetizzati del paese in grado di scrivere.

Tra le opere più importanti dello scapigliato di Barbagia si ricordano le poesie Galusé, Lamentos d’unu nobile, Dae una losa ismentigada e A Nanni Sulis – nota come Nanneddu Meu e cantata da molti artisti sardi, tra i quali Andrea Parodi con i Tazenda, in versione pop/folk o a tenore. Peppino Mereu morì l’11 marzo del 1901 all’età di ventinove anni, probabilmente per diabete, sebbene la causa della sua morte sia tuttora sconosciuta. Malgrado la giovane età, Mereu viene ancora ricordato come uno dei più importanti e rappresentativi autori in lingua sarda.

Potrebbe interessarti

Salvatore Mereu

Salvatore Mereu è un regista italiano nato a Dorgali, in provincia di Nuoro, nel 1965. La sua formazione cinematografica inizia all’Università di Bologna, e...

Matteo Boe

Dopo Graziano Mesina, Matteo Boe è considerato tra i più famosi banditi di Sardegna, conosciuto soprattutto per la rocambolesca evasione dal carcere dell’Asinara, avvenuta...

Liliana Cano

Liliana Cano è nata a Gorizia, da famiglia sarda, il 10 ottobre del 1924. Dopo aver portato avanti i suoi studi presso l’Accademia Albertina...

Graziano Mesina

Graziano Mesina, conosciuto anche come Grazianeddu, è nato ad Orgosolo il 4 aprile del 1942 ed è senza ombra di dubbio il bandito sardo...

Salvatore Niffoi

Salvatore Niffoi è nato a Orani, in provincia di Nuoro, nel 1950. Dopo gli studi primari e superiori si è laureato in Lettere a...

Piero Marras

Piero Marras è nato a Nuoro il 16 settembre del 1949 e ha iniziato a muovere i primi passi come musicista nella sua città...

La tua casa vacanze in Sardena


Villa dei Fiori, Villa Grande e Villa Gioia sono le case perfette per le vostre vacanze nel segno della privacy

La parola d’ordine è qualità, garantita dalla gestione pluriennale dei proprietari. Ingresso indipendentegiardino, vista mare e la spiaggia a soli 300 metri sono le caratteristiche che le rendono uniche, come l’attenzione ai dettagli

SCOPRI LE NOSTRE CASE VACANZE IN SARDEGNA

Questo si chiuderà in 0 secondi