Azzera mappa
Giara di Gesturi

La Giara di Gesturi (in lingua sarda Sa Jara Manna) è la più importante ed estesa piana basaltica e calcarea della Sardegna, alta oltre cinquecento metri dal livello del mare e grande più di quaranta chilometri quadrati, suddivisi nei territori comunali di Gesturi, Setzu, Genoni e Tuili. Situata nella zona centro-meridionale dell’isola, tra la provincia del Sud Sardegna e quella di Oristano, la Giara di Gesturi mostra un territorio caratterizzato dalla presenza di particolari specie botaniche e ricoperto dalla tipica vegetazione della macchia mediterranea, fatta prevalentemente di querce da sughero, eucaliptus, cisti, lentischi, corbezzoli e mirti.

La riserva naturale è inoltre ricca di specie animali selvatiche e protette da un severo divieto di caccia – come i cinghiali, le anatre, i merli, le lepri e i picchi – ed è famosa soprattutto per la presenza dei magnifici cavallini della Giara: cavalli selvatici di piccole dimensioni, dal manto scuro, unici nell’intero continente e presenti nel territorio da tempi antichissimi.

Indomabili e particolarmente irrequieti, i cavallini della Giara di Gesturi vivono allo stato brado in gruppi ben definiti, composti da un esemplare maschio e una o più esemplari femmine, e nonostante ad oggi siano presenti nell’altopiano poche centinaia di elementi – alcuni collocati anche a Capo Caccia e Foresta Burgos –, i cavallini non sono catalogati come specie protetta poiché non vengono considerati in via di estinzione.

Sebbene rappresentino indubbiamente una delle maggiori attrazioni del tavolato, vale la pena visitare la Giara di Gesturi anche per il suggestivo e variegato scenario naturalistico che presenta: per i rilievi costituiti dai vulcani spenti di Zepparedda (609 metri) e Zeppara Manna (580 metri), per la ricca vegetazione in cui spiccano le particolari sugherete piegate dal vento di maestrale e per i ristagni d’acqua – chiamati paulis – che si formano esclusivamente nel periodo invernale.

Al fine di favorire lo sviluppo turistico della zona – dato anche dalla presenza del famoso villaggio nuragico di Barumini (Su Nuraxi), dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità –, molti dei paesi circostanti hanno realizzato varie aree di sosta, alcune strutture ricettive e di ristorazione e aperto diversi imbocchi per consentire ai visitatori di raggiungere la Giara di Gesturi con qualunque mezzo di trasporto.