Azzera mappa
Nuraghe Iloi (Sedilo)

Il Complesso Archeologico di Iloi comprende all’interno del suo perimetro edifici appartenenti a epoche diverse. È pertanto un importante ricettacolo di testimonianze storiche e di retaggi culturali del passato, che qui hanno trovato la loro espressione con la costruzione di una necropoli comprendente 34 Domus de Janas, risalente al Neolitico, un nuraghe chiamato Nuraghe Iloi con relativo villaggio a capanne dalla base circolare, due Tombe di Giganti e una fonte sacra.

Si tratta quindi di un complesso a carattere religioso, dominato dal Nuraghe Iloi, un imponente edificio trilobato che appartiene alla tipologia del nuraghe a corridoio, come si può evincere dalla struttura rettangolare addossata al torrione principale di cui oggi restano pochi elementi ma, che in passato, doveva essere il vano di accesso alla struttura centrale.

Le Tombe di Giganti, e in particolare la Tomba II, sono state edificate utilizzando massi di basalto di grandi dimensioni e presentano la tipica forma a esedra con un vestibolo all’ingresso, un corridoio funerario e una camera ad abside che un tempo conteneva le spoglie dei defunti. In ultimo, da menzionare la fonte sacra, oggi ancora attiva e delimitata da un cerchio di pietre squadrate di basalto, con sedili disposti a semicerchio.

Dove si trova

Il Nuraghe Iloi o Area Archeologica di Iloi si trova a due chilometri dal comune di Sedilo, in provincia di Oristano.

Come arrivare al Nuraghe Iloi

Per raggiungere il Complesso Archeologico di Iloi, partendo da Sedilo, si deve percorrere la SP24 in direzione ovest verso via Carlo Alberto. Dopo 65 metri si svolta a sinistra e si continua sulla SP24 per 2,2 chilometri fino a raggiungere la destinazione. L’area archeologica di Iloi è fornita di parcheggio e l’accesso è libero.