Azzera mappa
Spiaggia Su Forru ‘a Macchina (Isola di Sant'Antioco)

La spiaggia Su Forru ‘a Macchina è una cala molto solitaria, che è situata a poca distanza dalle belle e famose spiagge di Maladroxia e Portixeddu, ed è il proseguimento del litorale di Is Pruinis. Il nome della spiaggia è dovuto alla presenza di un forno in pietra, situato sul lato sud, che un tempo veniva utilizzato per produrre la calce dalle rocce calcaree scavate in loco.

I forni per la calce venivano costruiti per soddisfare i bisogni delle popolazioni rurali, ed erano progettati magistralmente, seguendo le indicazioni della tradizione; essa prevedeva la costruzione di una sorta di torre di pietra, che consentiva agevolmente la combustioni delle pietre dalle quali si ricavava la calce.

L’arenile della spiaggia Su Forru ‘a Macchina è di sabbia grigia, a grana fine e media. Il mare ha un aspetto lagunare: è infatti di colore verde scuro, ed ha un fondale basso sabbioso e fangoso. La spiaggia Su Forru ‘a Macchina ha una natura integra, soprattutto verso sud, nel quale è delimitata da verdi e bassi cespugli della macchia mediterranea, e dai colori tenui della campagna circostante; alla sue spalle si trova l’ex cava Palmas.

La spiaggia offre acque pulite, ma i bagnanti le preferiscono altre spiagge con fondali trasparenti, e più invitanti del suo fondo semi lagunare. La spiaggia Su Forru ‘a Macchina è quindi sempre deserta; è frequentata perlopiù dai pescatori e dai surfisti.

Dove si trova

La spiaggia Su Forru ‘a Macchina è situata nell’omonima località, nel comune di Sant’Antioco (provincia del Sud Sardegna).

Come arrivare alla spiaggia Su Forru ‘a Macchina

Si raggiunge la spiaggia da Sant’Antioco, prendendo come riferimento il porto turistico all’altezza del lungomare Caduti di Nassirya, a poche centinaia di metri dal centro cittadino. Da qui si procede in direzione nord-ovest per circa 100 metri, quindi si imbocca la prima a sinistra, il lungomare Amerigo Vespucci, per circa 100 metri, poi la prima a destra, ovvero via XXIV Maggio per circa 200 metri; si prende la terza a sinistra, viale Trento. Da qui si procede dritti per 5,5 chilometri, seguendo sempre la strada principale fino a che non si giunge ad un bivio nel quale un cartello marrone segnala la spiaggia Maladroxia a sinistra; si svolta in questa direzione, proseguendo per 250 metri fino a giungere ad un altro bivio, nel quale si prende la strada sterrata a sinistra, e si continua per 250 metri fino alla spiaggia.

 
 
   
 
 

Rimani aggiornato...

Newsletter

Seguici su...