La civiltà nuragica si è sviluppata dal 1800 a.c., e la sua storia millenaria ha lasciato alla Sardegna una grande eredità, fatta di reperti che aiutano a ricostruire la vita, le usanze i riti di questo popolo antico. Le testimonianze più numerose sono i nuraghi, da cui prende il nome la stessa Sardegna nuragica, costruzioni megalitiche a forma di torre di fronte a cui la scienza si divide: avevano funzione di avvistamento? Erano edifici funerari? Indubbiamente erano il fulcro della vita sociale.

La Sardegna nuragica vanta più di 7mila nuraghes sparsi in tutta l’isola, cui si accompagnano monumenti altrettanto interessanti come i tempi e i pozzi dell’acqua sacra, i dolmen, i menhir, le tombe dei giganti e la recente scoperta dei Giganti di Mont’e Prama. L’esperimento più interessante della guida di My Sardinia è stato quello di descrivere e mappare gran parte della Sardegna nuragica, i siti archeologici, primo fra tutti Su Nuraxi: una delle più importanti aree a testimonianza del glorioso passato dell’isola, portata alla luce nel corso degli anni ’50 (oggi Patrimonio UNESCO).

Nella Valle dei Nuraghi o nascosti fra scorci insoliti, scoprirete che per raggiungere i luoghi della Sardegna nuragica basta affidarsi al tour virtuale di My Sardinia sfruttando la mappa geolocalizzata di Google Maps. In un click potrete osservare tutti i siti nuragici dell’isola e scoprire come raggiungerli.


Nuraghe Santa Barbara (Macomer)

 Nuraghe Santa Barbara (Macomer)

Il Nuraghe Santa Barbara domina sulla vallata che unisce la piana di Abbasanta e l'altopiano di Campeda. È uno dei reperti nuragici meglio conservati della Sardegna, ed è un nuraghe complesso formato da un mastio centrale alto 15 metri comunicante con un bastione quadrilobato. All'interno del bastione si può osservare il classico cortile privato che... [continua]

 
Nuraghe Ruju (Chiaramonti)

 Nuraghe Ruju (Chiaramonti)

Il Nuraghe Ruju è un bellissimo esempio molto ben conservato di un nuraghe a monotorre, e, assieme al Castello Doria, rappresenta una delle attrazioni principali del comune di Chiaramonti. Si distingue per il suo colore rosso, causato dalla crescita di licheni sulla superficie. Venne realizzato con massi squadrati trachitici molto ben sagomati e incastrati. Il... [continua]

 
Nuraghe Ponte (Dualchi)

 Nuraghe Ponte (Dualchi)

Il Nuraghe Ponte è uno stupendo esempio di nuraghe monotorre, molto ben conservato. È stato edificato utilizzando blocchi di basalto sagomati e incastrati. Attualmente il Nuraghe Ponte raggiunge i 12 metri di altezza, ma in origine doveva essere ancora più alto. Per accedere alla stanza al piano terra si attraversa un ingresso architravato realizzato con... [continua]

 
Nuraghe Orolo (Bortigali)

 Nuraghe Orolo (Bortigali)

Il Nuraghe Orolo si trova nella piana del Marghine, su un lieve promontorio che domina il territorio circostante. Si tratta di una struttura complessa, molto ben conservata, che raggiunge i 14 metri di altezza. È stato costruito con blocchi di trachite squadrata ed è composto da un mastio centrale assai imponente, affiancato da un bastione... [continua]

 
Nuraghe Orolio (Silanus)

 Nuraghe Orolio (Silanus)

Il Nuraghe Orolio, conosciuto anche con il nome di Nuraghe Madrone, è uno dei più maestosi della Sardegna. Raggiunge un'altezza di 12,6 metri, spiccando sulla campagna e i pascoli che lo circondano. A prima vista sembra un nuraghe monotorre, ma in origine doveva essere composto anche da altre strutture, come per esempio un mastio. Resta... [continua]

 
Nuraghe Nolza (Meana Sardo)

 Nuraghe Nolza (Meana Sardo)

Il Nuraghe Nolza sorge su una modesta altura che domina la campagna circostante, piana e quasi del tutto priva di vegetazione. Si tratta di un nuraghe quadrilobato, la cui forma ricorda un quadrifoglio, risalente al Bronzo Medio. È stato edificato utilizzando massi di scisto squadrati e la parte più antica è senza dubbio la torre... [continua]

 
Nuraghe Mereu (Orgosolo)

 Nuraghe Mereu (Orgosolo)

Il Nuraghe Mereu si trova su un'altura del Supramonte, circondato dalla natura selvaggia e a tratti quasi inospitale della foresta di Montes. Il Nuraghe Nereu è una meta ambita dagli escursionisti, e dista circa 30 minuti di cammino. Quando si arriva sulla cima dell'altura ci si trova davanti a un nuraghe complesso, realizzato con blocchi... [continua]

 
Necropoli Anghelu Ruju (Alghero)

 Necropoli Anghelu Ruju (Alghero)

La Necropoli Anghelu Ruju è la più vasta necropoli prenuragica della Sardegna. Venne scoperta nei primi anni del '900 e furono portate alla luce ben 38 Domus de Janas, risalenti al Neolitico Finale e appartenenti alla Cultura del Bonnanaro. Le tombe sono a pianta pluricellulare e alcune di esse vantano un ingresso monumentale, completo di... [continua]

 
Menhir Sa Pedra ‘e Taleri (Noragugume)

 Menhir Sa Pedra ‘e Taleri (Noragugume)

Il Menhir Sa Pedra 'e Taleri si trova all'interno di un campo, ed è il Menhir più alto della regione storica del Marghine: si erge infatti per un'altezza totale fuori terra di 4,30 metri. Il Menhir ora è isolato, ma gli studi effettuati nella zona fanno pensare che facesse parte di un'area sacra oggi scomparsa.... [continua]

 
Menhir di Biru ‘e Concas (Sorgono)

 Menhir di Biru ‘e Concas (Sorgono)

Il sito archeologico dei Menhir di Biru 'e Concas è uno dei più importanti del Mediterraneo e della Sardegna sia per estensione che per numero di reperti. Si contano infatti 200 menhir raggruppati a filari, a cerchio, a gruppi di tre o isolati. Si possono distinguere Menhir protoantropomorfi, presenti con la percentuale più alta, Menhir... [continua]

 
 

Rimani aggiornato...

Newsletter

Seguici su...