La civiltà nuragica si è sviluppata dal 1800 a.c., e la sua storia millenaria ha lasciato alla Sardegna una grande eredità, fatta di reperti che aiutano a ricostruire la vita, le usanze i riti di questo popolo antico. Le testimonianze più numerose sono i nuraghi, da cui prende il nome la stessa Sardegna nuragica, costruzioni megalitiche a forma di torre di fronte a cui la scienza si divide: avevano funzione di avvistamento? Erano edifici funerari? Indubbiamente erano il fulcro della vita sociale.

La Sardegna nuragica vanta più di 7mila nuraghes sparsi in tutta l’isola, cui si accompagnano monumenti altrettanto interessanti come i tempi e i pozzi dell’acqua sacra, i dolmen, i menhir, le tombe dei giganti e la recente scoperta dei Giganti di Mont’e Prama. L’esperimento più interessante della guida di My Sardinia è stato quello di descrivere e mappare gran parte della Sardegna nuragica, i siti archeologici, primo fra tutti Su Nuraxi: una delle più importanti aree a testimonianza del glorioso passato dell’isola, portata alla luce nel corso degli anni ’50 (oggi Patrimonio UNESCO).

Nella Valle dei Nuraghi o nascosti fra scorci insoliti, scoprirete che per raggiungere i luoghi della Sardegna nuragica basta affidarsi al tour virtuale di My Sardinia sfruttando la mappa geolocalizzata di Google Maps. In un click potrete osservare tutti i siti nuragici dell’isola e scoprire come raggiungerli.


Complesso Nuragico di Santa Sabina (Silanus)

 Complesso Nuragico di Santa Sabina (Silanus)

Il Complesso Nuragico di Santa Sabina è un area archeologica ricca di fascino, immersa nel verde, e assai conosciuta. All'interno dell'area si respira una maestosa aria di sacralità: sono presenti numerosi reperti archeologici che vivono in armonia con strutture religiose edificate dai bizantini, a dimostrazione che una convivenza è sempre possibile. La visita parte dal... [continua]

 
Complesso Megalitico di Monte Baranta (Olmedo)

 Complesso Megalitico di Monte Baranta (Olmedo)

Il Complesso Megalitico di Monte Baranta si trova sopra un altopiano trachitico, raggiungibile percorrendo a piedi un sentiero sterrato, e appartiene alla Cultura di Monte Claro. Data la posizione, che domina la piana di Alghero, si ipotizza che si trattasse di una fortezza, con funzioni di difesa e avvistamento. La parte più interessante del Complesso... [continua]

 
Area Archeologica di Serra Orrios (Dorgali)

 Area Archeologica di Serra Orrios (Dorgali)

L'Area Archeologica di Serra Orrios è tra le più estese della Sardegna. Il livello di conservazione dei reperti è più che buono, e si possono identificare con facilità le diverse componenti dell'area sacra. Oltrepassato l'ingresso dell'Area Archeologica si può subito notare il primo dei due Templi a Megaron, il Tempio A, composto da un solo... [continua]

 
Nuraghe Palmavera (Alghero)

 Nuraghe Palmavera (Alghero)

Il Nuraghe Palmavera si trova in una delle aree archeologiche nuragiche più importante della Sardegna. È inserita in un contesto ambientale ricco e rigoglioso, vicino al mare, e un tempo era un centro nevralgico commerciale molto frequentato, che collegava i traffici delle città di Porto Conte e Porto Torres. L'Area Archeologica racchiude un nuraghe complesso, formato... [continua]

 
Tomba dei Giganti di Sa Domu ‘e S’Orcu (Siddi)

 Tomba dei Giganti di Sa Domu ‘e S’Orcu (Siddi)

La Tomba dei Giganti di Sa Domu 'e S'Orcu è una delle costruzioni megalitiche meglio conservate della regione storica della Marmilla. È stata realizzata durante il Bronzo Medio con pietre granitiche dalla forma rettangolare, molto ben lavorate e ben incastrate fra loro, su una lieve altura conosciuta con il nome di Su Pranu. La posizione... [continua]

 
Tomba dei Giganti di Osono (Triei)

 Tomba dei Giganti di Osono (Triei)

La Tomba dei Giganti di Osono, scoperta solo vent'anni fa, è uno dei siti meglio conservati della Sardegna. Presenta diversi elementi, tra i quali un'esedra di 19 metri formata da dodici lastre infisse nel terreno, e un ingresso con copertura a piattabanda, che conduce nella sala più interna del monumento funebre, oltre a dieci elementi... [continua]

 
Tomba dei Giganti di Coddu Vecchiu (Arzachena)

 Tomba dei Giganti di Coddu Vecchiu (Arzachena)

La Tomba dei Giganti di Coddu Vecchiu, conosciuta anche con il nome di Tomba di Giganti di Coddu Ecciu o Coddu Ecchju, è un imponente edificio megalitico risalente al III millennio a.C. La struttura architettonica allungata è tipica delle allée couverte ossia del Dolmen a corridoio coperto. Queste costruzioni presentano una forma allungata, realizzata con... [continua]

 
Tempio Nuragico S’Arcu ‘e Is Forros (Villagrande)

 Tempio Nuragico S’Arcu ‘e Is Forros (Villagrande)

Il Tempio Nuragico S'Arcu 'e Is Forros si trova a poca distanza dal lago dell'Alto Flumendosa, su un promontorio al confine della regione storica dell'Ogliastra. Il complesso comprende un grande tempio a megaron, ossia a pianta rettangolare, edificato con pietre squadrate ben incastrate tra loro, risalente all'età del Bronzo e frequentato fino all'età del Ferro.... [continua]

 
Tempio Nuragico di Malchittu (Arzachena)

 Tempio Nuragico di Malchittu (Arzachena)

Immerso nel verde della macchia mediterranea, il Tempio Nuragico di Malchiuttu è un'imponente costruzione a megaron, realizzata nel Bronzo Medio (1500 a.C.), che un tempo comprendeva anche una capanna sacra e un nuraghe. Il Tempio presenta una pianta rettangolare, suddivisa in un vestibolo dalla forma quadrata attraverso il quale si accede alla camera principale del... [continua]

 
Pozzo Sacro Sa Testa (Olbia)

 Pozzo Sacro Sa Testa (Olbia)

Il Pozzo Sacro Sa Testa o Tempio Nuragico Sa Testa, è un importante reperto archeologico risalente all'età del Bronzo Medio. Venne realizzato con blocchi di granito trachitico, e comprende un imponente cortile circolare delimitato da pietre. Attraversando il cortile si raggiunge l'ingresso principale, che tramite una serie di diciassette gradini conduce all'interno del pozzo sacro. Prima... [continua]

 
 

Rimani aggiornato...

Newsletter

Seguici su...