Sant’Isidoro è un’isola amministrativa del comune di Quartucciu, frazione della Città Metropolitana di Cagliari, situata nel sud Sardegna a soli cinque chilometri dalle bellezze del Golfo degli Angeli. La località dista dodici chilometri dal capoluogo comunale, e poco meno dalla frazione di Quartu Sant’Elena con la sua lunga e sabbiosa spiaggia del Poetto, sovrastata dal panorama de La Sella del Diavolo.

La frazione risulta tranquilla e silenziosa, immersa nella periferia del Campidano: la scelta ideale per chi desidera visitare Casteddu (antica denominazione di Cagliari) o avvicinarsi a località balneari ambite come Marina di Capitana, Terra Mala, Maracalagonis, Torre delle Stelle, Solanas e Villasimius, che anticipano senza nulla togliere le baie turchesi della Costa Rei. Qui si trovano diverse case vacanze, monolocali, bilocali, trilocali e pentavani per famiglie e compagnie numerose.

Sant’Isidoro risulta vicina all’ecosistema dello stagno Simbirizzi, in cui abitano fenicotteri rosa e altre specie rare, ma anche ad importantissimi siti archeologici, come quelli situati a Burcei (nuraghe Anna, nuraghe de Is Pira e nuraghe Conti Sa Perda). A Sant’Isidoro è possibile visitare il nuraghe Nanni Arrù risalente al XIII-IX sec. A.c. e la Tomba di Giganti Sa Domu e s’Orcu: uno dei monumenti archeologici più importanti di tutta l’isola.

Il centro della località inoltre, conserva la splendida e omonima chiesa, datata XVIII sec. Raggiungendo Cagliari, in pochi minuti, non potrà mancare una visita al Bastione di San Remy, al Santuario di Bonaria e alla Cattedrale di Santa Maria. Interessanti sono anche i pittoreschi quartieri della Marina e di Stampace, dove trovare trattorie che offrono specialità di pesce locale. Da non perdere infine, sono le torri dell’Elefante e di San Pancrazio. Sant’Isidoro si raggiunge dal centro di Cagliari seguendo le indicazioni per Quartucciu.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner