Sirai è una frazione del comune di Carbonia, in Provincia del Sud Sardegna, da cui dista circa quattro chilometri. Il territorio della località, ricco di vegetazione, era abitato fin dall’antichità come dimostrano i ritrovamenti archeologici nel parco del Monte Sirai, oggi parco archeologico, dove visitare l’acropoli fenicio-punica.

In particolare si segnala il nuraghe Sirai e l’adiacente insediamento in stile nuragico-fenicio (insediamento Sirai), a dimostrazione della pacifica convivenza delle due popolazioni. Un tour nella periferia della località, consentirà di osservare i ruderi dei nuraghi Nuraxeddu, Terra Niedda e e Costa Lallai, e, in frazione Santa Caterina, la domus de janas e la necropoli Cannas di Sotto.

Sirai era un’importante crocevia commerciale, situato a poca distanza dalle miniere del Sulcis e dalle zone agricole del Campidano. Oggi conserva una connotazione rurale, ma non mancano piccole attività artigiane. Sirai conserva i resti di una vecchia miniera, la miniera di Sirai, collocati nei pressi del vecchio e del nuovo campo rom.

Oggi l’area è degradata, anche se un tempo l’attività estrattiva era il fiore all’occhiello della frazione. Il tessuto in cui Sirai si colloca è industriale, stanziato vicino Carbonia 2, ma immerso nel verde. Non mancano infatti parchi e aree verdi: si consiglia un piacevole trekking a Monte Rosmarino, a Monte Crobu, a Monte Leone e, in particolare, a Monte Cannas, dove visitare anche l’omonimo insediamento nuragico.

Nei pressi della località sono presenti diversi hotel, appartamenti in affitto e svaghi, come una fattoria didattica e molti campi da calcio. La frazione d’interesse dista dal centro di Carbonia soli tre chilometri, e si raggiunge imboccando la SS126 in direzione Zona Industriale.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner