Tempo per la lettura: 2 minuti
Gennargentu

Il Gennargentu è una vastissima area montuosa che si estende lungo tutta la zona centro-orientale della Sardegna, nella provincia di Nuoro, qui si trovano le vette più alte dell’isola – Punta La Marmora (1834 metri) e Bruncu Spina (1829 metri) – e le sorgenti di alcuni tra i fiumi più importanti della regione, come il Cedrino e il Flumendosa.

Caratterizzato da numerose montagne non particolarmente elevate e con le cime dall’aspetto tondeggiante, il Massiccio del Gennargentu – composto perlopiù da rocce calcaree, scisti e graniti – è una zona di protezione speciale (ZPS) nonché sito di interesse comunitario (SIC), grazie alla presenza nel suo territorio di un habitat ricco di endemismi rari e un ambiente pressoché selvaggio e incontaminato; il Gennargentu possiede, infatti, uno degli scenari paesaggistici e naturalistici più spettacolari ed esclusivi dell’intera Sardegna.

La vegetazione è costituita da macchie e foreste formate prevalentemente da pioppi, tassi, lecci, roverelle, castagni, noci bianchi, agrifogli e da una flora densa di specie endemiche rare come l’eufrasia e l’astragalo del Gennargentu, la viola e la carlina sardo-corsa, il cardo microcefalo, il ranunculo a foglie di cimbalaria e l’ellera terrestre di Sardegna.

La fauna, anch’essa di notevole importanza naturalistica, si distingue per la presenza di vertebrati, uccelli e mammiferi tra i quali spiccano in modo particolare il geotritone del Supramonte, la raganella sarda, l’aquila reale, il falco pellegrino, il grifone, il nibbio, il cinghiale, la volpe, il gatto selvatico e il muflone. L’intero territorio comprendente le bellezze naturali e i monti del Gennargentu, dal 1998 è stato inserito, insieme al Golfo di Orosei, in un’area protetta istituita con decreto del presidente della Repubblica e denominata Parco nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu, che interessa i comuni di tre province, compresa quella di Cagliari.

La zona delimitata dal Parco presenta alcune delle attrattive più affascinanti dell’isola – come la Gola di Su Gorroppu, il villaggio di Tiscali, le foreste demaniali, i monumenti naturali – ed è possibile attraversare una serie di sentieri e percorsi escursionistici, realizzati dall’Ente Foreste della Sardegna, che si aprono su alcuni punti di notevole pregio e dalla vista panoramica mozzafiato; lungo i pendii del Bruncu Spina – e più precisamente nel territorio di Fonni sono inoltre presenti alcuni impianti sciistici, rifugi e diverse strutture di accoglienza e ristoro che rendono l’area del Gennargentu ideale per i turisti che prediligono le mete più fredde e gli appassionati di sport invernali.

Potrebbe interessarti

Selvaggio Blu (Baunei)

Il Selvaggio Blu o Sentiero Blu è uno dei percorsi di trekking più famosi e suggestivi d’Europa, che si snoda fra le meravigliose coste...

Portu Cuau (Baunei)

Tra i fiordi del Golfo di Orosei c’è Portu Cuau (cuau in sardo significa “ nascosto ”), un insenatura a forma di serpente che...

Dune di Pistis (Arbus)

Le Dune di Pistis o di Is Arenas S’Acqua e S’Ollastu (in italiano “ dune di sabbia alla sorgente dell’olivastro ”) sono colline naturali...

Grotta del Fico (Baunei)

La Grotta del Fico si trova nel comune di Baunei, sulla costa dell’Ogliastra, nella Sardegna centro orientale. Si tratta di una delle attrazioni più...

La tua casa vacanze in Sardena


Villa dei Fiori, Villa Grande e Villa Gioia sono le case perfette per le vostre vacanze nel segno della privacy

La parola d’ordine è qualità, garantita dalla gestione pluriennale dei proprietari. Ingresso indipendentegiardino, vista mare e la spiaggia a soli 300 metri sono le caratteristiche che le rendono uniche, come l’attenzione ai dettagli

SCOPRI LE NOSTRE CASE VACANZE IN SARDEGNA

Questo si chiuderà in 0 secondi