Tempo per la lettura: 2 minuti
Sassarese

Il sassarese (sassaresu o turritanu) è l’idioma parlato nell’estremità nord-occidentale della Sardegna e più precisamente nelle città di Sassari, Porto Torres, Sorso e Stintino. Chiamato anche turritano, presenta molti elementi in comune con l’altra varietà alloglotta del sardo, il gallurese, toccandolo idealmente in quella linea di transizione tra le due lingue che comprende i comuni di Castelsardo, Tergu, Sedini e Valledoria; in cui si parla una variante, detta castellanese, con tratti lessicali e fonetici acquisiti da entrambi i dialetti.

Nato a cavallo tra il XII e il XIII secolo, il sassarese è definito dal linguista Max Leopold Wagner un dialetto “ ibrido ” sulla base di un “ toscano corrotto con qualche traccia genovese, e con non pochi vocaboli sardi ”; l’idioma parlato nel nord-ovest dell’isola – come riporta anche lo scrittore e storico turritano Enrico Costa – presenta infatti elementi linguistici tipici del pisano, del ligure e del corso e profonde analogie con il dialetto gallurese e il sardo logudorese.

Così come al tabarchino di Carloforte e Calasetta, al catalano di Alghero e alla lingua della Gallura, anche al sassarese è riconosciuta giuridicamente, dalla Regione Autonoma della Sardegna, la stessa rilevanza culturale e linguistica delle due macro-varianti della lingua sarda (logudorese e campidanese), attraverso la Legge Regionale n. 26 del 15 ottobre 1997 (art. 2, comma 4) sulla “ Promozione e valorizzazione della cultura e della lingua della Sardegna ”.

Proverbi e modi di dire in sassarese

Ca si pecca, mari si senti
(Chi si pecca, male si sente)

A paga’ v’è sempri tempu
(A pagare c’è sempre tempo)

A parauri macchi, arecci sordhi
(A parole sceme, orecchie sorde)

Faraddi li Candareri, a fora li brasgeri
(Scesi i Candelieri, fuori i bracieri)

L’intradda di lu lioni e l’iscidda di lu mazzoni
(L’entrata del leone e l’uscita della volpe)

Potrebbe interessarti

03/08/2014

Sardo Logudorese

Il sardo logudorese (sardu logudoresu o semplicemente logudoresu) appartiene al filone delle lingue neolatine o romanze e costituisce, insieme al sardo campidanese, una delle...

03/08/2014

Sardo Campidanese

Il sardo campidanese (sardu campidanesu o semplicemente campidanesu) è una lingua neolatina che costituisce, insieme al sardo logudorese, una delle due macro-varianti della lingua...

03/08/2014

Gallurese

Il gallurese (gadduresu) è la lingua parlata nell’area nord-orientale della Sardegna e più precisamente nella regione storica della Gallura, compresa nella provincia di Sassari. Nonostante...