San Leonardo è una frazione del comune di Perdaxius, da cui dista circa due chilometri, in Provincia del Sud Sardegna. La località è immersa nel verde delle coltivazioni del basso Sulcis e l’abitato si raccoglie poco distante dalla chiesa campestre di San Leonardo, edificata nel Diciassettesimo secolo, che al suo interno conserva dipinti di matrice spagnola e aragonese.

In onore del santo ogni anno viene organizzata una bella festa con degustazione di piatti tipici, canti e balli, che solitamente cade durante la Pentecoste. Camminare tra le valli del monte S’Orchi e del parco di Bacca Marronis, collocato a breve distanza dalla località, è un esperienza da vivere per rilassarsi a contatto con la natura, mentre per un assaggio di archeologia, basta recarsi alle grotte sepolcrali Su Moini de Perdaxius, nel complesso nuragico Camboni e presso il nuraghe Porcus.

L’area che accoglie San Leonardo (inserita tra i comuni di Carbonia e Narcao) fa parte del bacino minerario del Sulcis e si trova a pochi chilometri da siti abbandonati, ma suggestivi, come le miniere di Peppixedda e di San Simplicio. Tra i prodotti tipici di San Leonardo vi sono le carni rosse e magre, da gustare rigorosamente negli agriturismi della zona o in qualche osteria nel centro di Perdaxius.

Nel comune d’appartenenza -non privo di attrazioni- si trovano le due chiese di San Giacomo, mentre la chiesa di San Leonardo, sopra citata, è raggiungibile percorrendo la strada provinciale per Tratalias. Anche le frazioni vicine a San Leonardo, Is Porcus, Is Manais e Bingixedda meritano di essere visitate.

L’ultima in particolare, è nota per i suoi floridi agrumeti, e per la festa delle ciliegie che si tiene nel mese di maggio. La località d’interesse di raggiunge percorrendo 43 chilometri da Cagliari, passando per Capoterra e imboccando prima la SS195 Sulcitana, e, successivamente, la SS293 per Giba.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner