L’isola Serpentara è un’isola affascinante e dall’aspetto selvaggio, amministrata dal comune di Villasimius (in Provincia del Sud Sardegna) ed affacciata a nord sui Variglioni, piccoli scogli contornati da piscine naturali con acque limpidissime.

Non lontano dalle sue coste, immerse nel Mar Tirreno, si intravedono la spiaggia di Cala Pira, i promontori di Punta Sa Calazziga, Punta S’Omini Mortu, Punta Proceddus e le scogliere di Punta Is Molentis, nonché la lunga e sabbiosa spiaggia di Simius e quella di Porto Giunco.

L’isola di Serpentara gode di un panorama incantevole sulle coste del Sarrabus, e in lontananza, su quelle della Costa Rei. L’isolotto è tuttavia disabitato, costituito quasi esclusivamente da falesie granitiche, da coste frastagliate ed elevate, che comunque permettono al visitatore di scorgere paesaggi ampi e suggestivi. Il nome dell’isola deriva dalla sua forma a serpente: la testa è rivolta verso sud, mentre la coda verso nord, accoglie gli scogli conosciuti come I Variglioni.

L’isola Serpentara non presenta insediamenti e fa parte dell’Area Marina Protetta di Capo Carbonara, che regolamenta la navigazione, la pesca e le immersioni subacquee nell’isola; per questo motivo essa è ricca di interessantissima e rara fauna e avifauna, che qui può vivere indisturbata.

All’isola appartiene una piccolissima caletta di 15 metri di lunghezza, dominata dalla Torre di San Luigi; la spiaggetta, il cui nome è “ l’approdo di Serpentara ”, costituisce l’unico punto di accesso. Il suo arenile è costituito da grossi ciottoli e sassi con blocchi rocciosi di granito grigio chiaro. Qui il mare è azzurro intenso con fondale roccioso e profondo, come quello di tutta l’isola, e regala la possibilità di effettuare bagni indimenticabili, circondati dalle falesie rocciose e immersi in acque stupende.

Dove si trova

L’isola Serpentara appartiene attualmente al comune di Villasimius in provincia del Sud Sardegna. È situata al largo delle coste del sud-est di fronte ai territori del Sarrabus.

Come arrivare all’Isola Serpentara

L’isola si raggiunge via mare, con la propria imbarcazione o con il servizio turistico dal porticciolo di Villasimius, dal quale dista circa 14 chilometri. È inoltre raggiungibile da Capo Carbonara e da Cala Pira, dalla quale dista circa 3,5 chilometri. Il territorio d’interesse è un biotopo sottoposto a tutela comunitaria, è pertanto proibito l’accesso di imbarcazioni a motore a pescaggio elevato.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner