La frazione di Terresoli si trova nel comune di Santadi, in Provincia del Sud Sardegna, da cui dista circa tre chilometri. Il territorio della località si presenta pianeggiante, con ampie distese di campi adibiti alla coltivazione di ortaggi e cereali, mentre il centro abitato segue l’andamento della strada statale che attraversa la località.

Terresoli appartiene al basso Sulcis ed è immersa nelle terre del Carignano: la cultura del vino attira migliaia di turisti ogni anno, ma la frazione ha molto da offrire anche in quanto a storia e archeologia. A breve distanza dalla località si trovano infatti l’insediamento fenicio-punico di Pani Loriga, il tempio nuragico Su Benatzu, la Grotta di Benatzu e la tomba dei giganti Barrancu Mannu.

A circa due chilometri invece, vicino le frazioni di Case del Frate e Is Vaccas, si trovano il pozzo sacro Nanni Ecca e il nuraghe San Nicola. Circondata dalle altezze del Monte Tiruccu, Terresoli è anche la meta ideale per dedicarsi al trekking, visitando in particolare le suggestive Grotte di Is Zuddas, nei pressi della frazione Su Benatzu.

Nel centro storico di Terresoli, si trova la chiesa di San Giovanni Bosco, e durante le feste padronali, che qui si tengono nell’arco dell’anno, si possono degustare prodotti locali allietati dai canti e dalle danze di gruppi folkloristici. Nel comune di appartenenza della frazione, Santadi, si trovano alcune miniere dismesse, da visitare per chi subisce il fascino dei luoghi abbandonati.

Si tratta delle miniere di Is Canis, monte Cerbus, monte Flacca e Su Benatzu. Merita visita, inoltre, a Santadi, il Museo Civico Archeologico. La località d’interesse è raggiungibile da Cagliari imboccando la SS195 Sulcitana e proseguendo sulla SP1 per 39 chilometri circa in direzione Santadi.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner