Torre di Bari è una frazione appartenente al comune di Bari Sardo, nella provincia di Nuoro. Il nome della frazione molto probabilmente deriva dalla presenza di una Torre d’avvistamento spagnola ancora oggi esistente, ubicata sopra un promontorio che divide in due la spiaggia della frazione.

Ancora oggi, le due metà della spiaggia conservano il caratteristico nome di Spiaggia degli Uomini e Spiaggia delle Donne, questo perché un tempo uomini e donne facevano il bagno separatamente, per mantenere il decoro. Oggi tale suddivisione non esiste più, ma resta comunque nella memoria storica degli isolani.

Attualmente le due spiagge prendono il nome di spiaggia di Marina di Bari Sardo e spiaggia di Foxi, la cui ultima, lunga e sabbiosa, si estende fino alla spiaggia di Tramalitza, nel comune di Cardedu.

Torre di Bari è una frazione molto sviluppata turisticamente, sono qui fioriti infatti, nel tempo, camping, resort, hotels e case vacanze. Il prestigio della località è dovuto anche alla presenza di diversi siti archeologici nelle vicinanze, ovvero i resti dei nuraghi Boschinu I e II, la domus del janas di Pizzu’e Monti e le rovine dei nuraghi Lurcuri.

Gli appassionati di escursionismo potranno recarsi sul vasto Altopiano Teccu, dove sono state classificate 401 unità di flora, di cui 387 crescono selvagge, spontanee. Nel comune d’appartenenza di Torre di Bari, Bari Sardo, è infine consigliabile visitare i nuraghi di Ibba Manna e di Ibixedda, le tombe di giganti Canali, Uli e Pitzu Teccu e la chiesa della Beata Vergine del Monserrato, realizzata sul modello del Duomo di Cagliari.

Torre di Bari è raggiungibile dal centro di Bari Sardo seguendo le indicazioni per la costa, oppure da Cardedu e Tortolì percorrendo la SS125 Orientale Sarda e uscendo a Bari Sardo.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner