Barega è una frazione collinare appartenente al comune di Iglesias, situata nel sud-ovest Sardegna all’interno dell’area del Sulcis-Iglesiente e facente parte della Provincia del Sud Sardegna. Come per la frazione di Corongiu, anche il territorio di Barega, dolcemente adagiato sulle sponde del fiume Cixerri, risulta amministrativamente diviso tra la città di Carbonia e la città di Iglesias.

L’abitato è relativamente recente, in quanto è stato necessario un intervento di bonifica affinché fosse possibile una ricolonizzazione del territorio, in seguito all’abbandono del Sulcis avvenuto in epoca giudicale. L’area  è attualmente a rischio di spopolamento, ma soprattutto per questo motivo, rimane una delle zone che meglio conservano le antichità e le tradizioni del Sud Sardegna, nuova provincia di cui fa parte.

Barega si trova a brevissima distanza da Villamassargia e Domusnovas, paese noto, quest’ultimo, come il “ paese delle grotte ”, per la presenza delle grotte di San Giovanni, ma anche famoso per l’antica costruzione del nuraghe Sa Domu’e S’Orcu e della tomba dei giganti Perdu Cossu. Sempre a Domusnovas inoltre, non può mancare una visita al Museo Faunistico e della Bambola. Con l’apertura dei siti minerari di Barega, si è assistito a un grande afflusso di forza lavoro, ma alla fine degli anni Sessanta anche questa attività venne abbandonata.

Oggi la località si presenta come una frazione agricola, immersa nel verde. Nel centro della frazione, comunque d’interesse,  è possibile visitare la piccola chiesa dedicata alla Natività di Maria, costruita sopra un edificio preesistente, e la chiesa giudicale di Santa Maria di Barega.

Nei dintorni di Barenga infine, si possono scoprire le meraviglie del sito minerario da cui si estraeva la barite, oggi dismesso, le altezze mozzafiato del monte Miai, oppure vistare le località costiere di Portoscuso e Fontanamare o ancora all’interno dove troviamo la cittadella di Siliqua.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner