Marritza è una frazione turistica balneare situata nel nord Sardegna, all’interno della regione storica della Romangia, sulla costa che affaccia sul Golfo dell’Asinara. La località fa parte del comune di Sorso, in provincia di Sassari, e si è sviluppata a due passi dall’omonima Marina, che gode di paesaggi incontaminati, di una fitta macchia mediterranea e della presenza, costante, della brezza del mare.

Marritza è un piccolo centro abitato dove non mancano alloggi realizzati unicamente per accogliere i turisti, e qualche hotel. Numerosi sono i bed&breakfast e gli agriturismi; inoltre, lungo la SS200 dell’Anglona, nel tratto che immettendosi nellaSP81 interessa Platamona, si trovano camping ben attrezzati e una bellissima pineta.

La spiaggia di Marritza, malgrado il suo ridotto arenile e l’assenza di servizi, è molto estesa, caratterizzata da un mix inconfondibile di sabbia fine, ciottoli e conchiglie. Il fondale qui è basso, adatto alle famiglie con bambini, e l’acqua meraviglia per il colore, ricco di sfumature che dal turchese intenso virano al verde smeraldo.

Questa frazione è situata in posizione strategica, vicino a Castelsardo, e alle località di Lu Bagnu e Porchile: risulta per questo facilmente raggiungibile in volo dall’Aeroporto di Alghero – Fertilia oppure in nave, con i traghetti della compagnia Grimaldi Lines in approdo a Porto Torres.

Nei pressi della località, non mancano siti archeologici e musei: a pochi chilometri da Marritza si trova infatti il nuraghe Bacchileddi e la Villa Romana di Punta Tramontana, gli scavi di Serra Niedda e di Santa Filitica, il suggestivo Museo dei Villaggi Abbandonati della Sardegna (nel Palazzo Baronale di Biddas), il Villaggio Geridu, la fontana di Billerera e l’anfiteatro.

I luoghi sopra elencati appartengono tutti al comune di Sorso, ma avvicinandosi a Castelsardo, distante sono 17 chilometri dalla frazione d’interesse, si scoprono altre bellezze degne di menzione. Su tutte ricordiamo il Parco Archeologico di Turris Libisonis, la Roccia dell’Elefante, il Castello dei Doria, che ospita al suo interno il Museo Civico dell’Intreccio del Mediterraneo e l’antico camminamento medievale.

Chi alloggia nei pressi della località, non potrà infine perdere l’occasione di fare un tour in barca alla scoperta della selvaggia isola dell’Asinara, o di visitare le Tenute Asinara per degustare i vini locali. Una gita fuori porta, consentirà poi di raggiungere in breve tempo anche le meravigliose spiagge della Costa Paradiso.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner