Mullò è una località appartenete al comune di Triei, in provincia di Nuoro, situata nell’hinterland dell’isola a 140 metri sul livello del mare. La piccola frazione si raccoglie attorno alla chiesa di Sant’Antonio da Padova, un luogo di culto semplice, in stile campestre, immerso nel Parco di Mullò, area verde ricca di carrubi, olivastri e sughereti.

Mullò dista circa 4 chilometri dal suo capoluogo, e poco più da Baunei e Urzulei, comuni che dividono uno dei canyon più profondi d’Europa: Su Gorroppu, La località è inserita nel contesto naturale del Supramonte Ogliastrino, numerosi sono i sentieri di trekking percorribili, nei quali si avrà occasione di incontrare fauna rara come aquile reali, avvoltoi, cinghiali e mufloni.

La frazione di Mullò è molto frequentata da chi ama immergersi nella natura, ma anche da chi apprezza forme d’arte insolite, come i murales che caratterizzano l’area comunale di Triei, tra cui, quello a tema Inquisizione. I murales ricordano quelli di Orgosolo, nella Barbagia di Nuoro, e non sono la sola attrazione presente nei dintorni di Mullò.

Qui, si trovano i siti archeologici del nuraghe Nonnùccoli, il complesso nuragico Bau Nuraxi e il nuraghe Pizzu’e Serra. Da visitare è anche la tomba dei giganti di Osono, col suo punto panoramico, e la vecchia miniera di Genna Olidoni, nei pressi di Ardali. Nei pressi della frazione insistono alcune chiese degne di nota, come la chiesa dei Santi Cosma e Damiano e la chiesa di San Pietro.

È consigliabile recarsi nella località durante la festa di Sant’Antonio da Padova, che si svolge all’interno del Parco di Mullò, durante la quale si organizzano degustazioni di prodotti locali come Cannonau, miele e culurjones. Il comune d’appartenenza, Triei, è famoso per un rituale relativo al pane, che si svolge la prima domenica di maggio e che prende il nome di “ S’Orroseri ”, ovvero “ Madonna del Rosario e del Pane ”.

Nei giorni di festa si preparano vere e proprie corone di pane: più che cibo, opere d’arte. Mullò è raggiungibile da Tortolì, dalla quale dista soli dodici chilometri, percorrendo la SS125 per pochi metri in direzione Lanusei, svoltando allo svincolo per OlbiaOrosei sulla SS125, e proseguendo sulla SP55.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner