Sant’Ignazio è un ridente borgo rurale costituito da una serie di piccole abitazioni nel comune di Norbello, in provincia di Oristano, provincia dal cui dista circa otto chilometri. Situato nella Sardegna del centro-ovest, e confinante coi comuni di Abbasanta, Ghilarza, Aidomaggiore, Sedilo, Bidonì e Ardauli, questo luogo è conosciuto anche con il nome di Novenario di Sant’Ignazio, in merito al frate Ignazio da Laconi, cui i residenti sono particolarmente devoti.

La località si divide tra il lago Omodeo e l’altopiano di Abbasanta, e rappresenta una delle frazioni più suggestive dell’Oristanese. Ogni anno a Sant’Ignazio, presso l’omonima chiesa di Sant’Ignazio, i muristenses (alloggi per i pellegrini) vengono aperti per soli nove giorni, durante la novena dedicata al Santo.

In occasione della festività le famiglie di Norbello si spostano negli alloggi riservati, e le funzioni religiose della novena si alternano ad eventi profani e goderecci, come la degustazione di prodotti tipici.

A breve distanza da Sant’Iganzio di trovano anche i muristenses di Santa Maria delle Grazie, l’omonima chiesa e i ruderi della chiesa rupestre di Santa Vittoria di Sella. La località non è priva infine di siti archeologici. I nuraghi costruiti qui, secoli fa, sono mete indiscusse del turismo alternativo alle spiagge, ma non per questo meno interessanti.

Nei pressi di San’Ignazio è possibile visitare il nuraghe Sirbonniga, il nuraghe Ozzilo, la località di Domusnovas Canales e le due, caratteristiche, chiesette di Norbello: la chiesa di San Giorgio Martire e quella di San Giuliano.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner