San Giovanni è una frazione facente parte del comune di Posada, in provincia di Nuoro, da cui prende il nome con il quale è maggiormente nota: San Giovanni di Posada. La località si trova nella regione sarda della Baronia, dista circa 4 chilometri dal comune a cui appartiene, sorge a tre metri sul livello del mare e conta poco più di duecento residenti.

La spiaggia omonima di San Giovanni si affaccia sul Golfo di Posada, e per l’intera  sua lunghezza si estende una fitta macchia mediterranea di pini marittimi e ginepri che raggiunge la vicina La Caletta e Santa Lucia, frazioni nei pressi delle incontaminate cale di Capo Comino. Il litorale, uno dei più belli dell’est Sardegna, è poco affollato e si presenta come una lingua di terra caratterizzata dalla presenza di finissima sabbia bianca, che offre uno spazio ideale per le famiglie e per chiunque cerchi un angolo di paradiso in cui trascorrere le proprie vacanze in assoluto relax e massima tranquillità.

Nei dintorni della spiaggia San Giovanni di Posada, di fronte al Monte Longu, è presente uno stagno di medie dimensioni (lo Stagno Longo) in cui, da diversi anni, nidificano specie animali come fenicotteri e aironi, che si possono ammirare non soltanto nella stagione estiva ma in tutto l’arco dell’anno.

La natura attorno alla località turistica di San Giovanni di Posada è inoltre costituita da diverse specie arboree come il pioppo bianco, i salici, i tamerici, il giunco e l’eucalipto, le stesse rinvenibili nell’Oasi Naturale di Berchida e nelle spiagge di Bidderosa situate a pochi chilometri di distanza.

Posada e la sua frazione di San Giovanni sono facilmente raggiungibili dalla SS125 costiera o dalla SS131 da Olbia, seguendo la segnaletica stradale in direzione di San Teodoro e superando Budoni e Torpè. Una volta arrivati a San Teodoro è sufficiente proseguire in direzione Nuoro fino al visibile bivio per Posada, da cui ci si può affidare alle indicazioni presenti lungo la strada.

San Giovanni di Posada è confinante con La caletta di Siniscola, spiaggia grande ma senza alcun tipo di servizio, amata soprattutto da chi pratica il windsurf in quanto aperta ai venti. La frazione infine è collocata in posizione strategica per raggiungere Dorgali ed Orosei, fare trekking sul monte Albo o sul monte Tuttavista, praticare l’arrampicata sul canyon Su Gorroppu, visitare i nuraghe Gorropis e Antora, e partire dal porto de La Caletta per un escursione in barca, in direzione Grotta del Bue Marino, Piscine di Venere, Cala Gonone, Cala Mariolu e Cala Sisine.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner