Ai piedi del monte Grighine, nel Campidano di Oristano, si trova Pranixieddu, frazione del comune di Siamanna immersa fra le pianure dell’Arborea. L’abitato si presenta tipicamente rurale, circondato da ampi appezzamenti di terreno coltivati a cereali o ortaggi e da pascoli per l’allevamento ovino. In questa zona è possibile soggiornare in alloggi privati o agriturismi.

Pranixieddu è il luogo perfetto da cui iniziare un itinerario enogastronomico alla scoperta delle specialità della Sardegna centro occidentale, tra cui prelibati ravioli di ricotta (cruguxoni), buon vino e pane locale. È consigliata una degustazione di prodotti tipici in loco, presso le aziende agricole che operano sul territorio e da cui spesso si possono acquistare ottimi formaggi a chilometro zero.

Nel comune di riferimento, Siamanna, è possibile compiere percorsi archeologici e visitare diversi nuraghi, come il nuraghe Canureu, il nuraghe Concu, l’Auredda e il Paiolu. I confinanti comuni di Simaxis, Ollastra, Siapiccia e Villaurbana, sono borghi interessanti anche se in via di spopolamento; in particolare nella frazione di San Vero Congius, in Simaxis, è possibile ammirare le antiche chiese di San Nicola di Mira e di San Teodoro.

Pranixieddu, raggiungibile dalla SS131 proveniendo da Olbia, Nuoro e Cagliari, è infine punto di partenza ideale per compiere escursioni nella vicina Giara di Gesturi, dove si trovano gli ultimi cavallini selvatici d’Europa, oppure, per fare un tour delle spiagge più belle del Golfo di Oristano e del Sinis, come  la spiaggia di Marina di Arborea, la spiaggia di Torregrande, quella di Santa Giusta, Mari Ermi e la spiaggia di Is Arutas.

Per arrivare a Pranixieddu, basta percorrere la SS131 in direzione Oristano, uscire a Ghilarza per ammirare il meraviglioso lago Omodeo, proseguire per Fordongianus sulla SS 388 e seguire le indicazioni per la frazione.

 
   
 

Seguici su...

Banner Banner