Donigala Fenughedu

Donigala Fenughedu -anticamente nota come Donigala d’Arborea- è una frazione di Oristano, considerata comune autonomo fino al 1927 e situata nell’omonima provincia a due passi da Cabras.

Come le vicine località di Nuraxinieddu e Massama, Donigala si trova in posizione strategica per visitare numerosi monumenti, alcuni risalenti al Medioevo e al periodo della Sardegna Giudicale, ma anche le meravigliose spiagge che si trovano nei pressi della penisola del Sinis, divise a nord e sud da Capo Mannu, affacciate sul Golfo di Oristano.

L’economia della frazione si basa sulla coltivazione dell’ulivo e sulla produzione di un olio di grande pregio, che ha conosciuto la sua massima importanza tra il Diciottesimo e il Diciannovesimo secolo. Al medesimo periodo risalgono anche le bellezze architettoniche più importanti da visitare: il portale di Vitu Sotto (situato in campagna, vicino al Santuario della Madonna del Rimedio, alle porte della frazione di Solanas) e il portale Loffredo, da cui un tempo si accedeva ai maggiori possedimenti terrieri dei signori del luogo.Meritano visita anche il portale dei Carmelitani e quello degli Scolopi, eretti tra il XVI e il XIC secolo.

Donigala, località adagiata lungo il corso del fiume Tirso, è circondata da diverse attrazioni naturalistiche, tra cui lo stagno di Cabras, lo stagno di Mistras e lo stagno di Santa Giusta, attualmente abitati da rara avifauna, tra cui anche fenicotteri rosa. Immancabile per i turisti, è una visita alla spiaggia di Is Arenas, con la sua florida pineta, alla spiaggia di Torregrande, a Maimoni, alla spiaggia di Mari Ermi e a Is Arutas. Altre piccole cale e spiagge, altrettanto degne di menzione, sono presenti nell’area, tra queste vi sono Abarossa, Funtana Meiga, Sa Rocca Tunda, la spiaggia di San Giovanni del Sinis e Porto Suaedda.

La frazione di Donigala si trova ad appena due chilometri di distanza da Oristano, e ciò consente ai visitatori di apprezzare le meraviglie del capoluogo, come la Torre di San Cristoforo, il Palazzo Arcivescovile e Palazzo Parpaglia, e di partecipare al caratteristico carnevale di Oristano, la Sartiglia, che si svolge nel mese di marzo, e che rievoca tutto il folklore del Campidano medioevale, con una corsa di cavalli all’anello, animata da misteriosi cavalieri in maschera. La frazione è raggiungibile percorrendo la SS131 verso sud da Olbia, Sassari o Nuoro con uscita ad Oristano, oppure verso nord da Cagliari.

Potrebbe interessarti

Cala del Faro

Cala del Faro è una località balneare che di fronte all’Isola dei Cappuccini, compresa fra il territorio di Porto Cervo e quello di Baia...

Cala Grano

In Costa Smeralda, a due passi da Arzachena e Porto Cervo, in provincia di Sassari, c’è Cala Grano, una bella frazione balneare che affaccia...

Punta Molara

Punta Molara è una località balneare sita nei pressi del Villaggio Porto Molara, appartenente al comune di San Teodoro, distante 18 chilometri da Olbia, in...

Piccolo Romazzino

Piccolo Romazzino è una località balneare e residenziale molto esclusiva appartenente al comune di Arzachena, in provincia di Sassari. Situata sulla costa nord-orientale della...

La Ciaccia

La Ciaccia è una frazione turistico balenare situata nel comune di Valledoria, al confine con Castelsardo, in provincia di Sassari, all’interno della regione storica...

Pischina Salidda

Pischina Salidda è una frazione costiera situata sulla penisola di Stintino, in provincia di Sassari, facente parte del comune di Stintino. La località si...

La tua casa vacanze in Sardena


Villa dei Fiori, Villa Grande e Villa Gioia sono le case perfette per le vostre vacanze nel segno della privacy

La parola d’ordine è qualità, garantita dalla gestione pluriennale dei proprietari. Ingresso indipendentegiardino, vista mare e la spiaggia a soli 300 metri sono le caratteristiche che le rendono uniche, come l’attenzione ai dettagli

SCOPRI LE NOSTRE CASE VACANZE IN SARDEGNA

Questo si chiuderà in 0 secondi